Turismo. Nell'isola crescono gli affitti brevi

In evidenza Turismo. Nell'isola crescono gli affitti brevi
Una crescita del 20/25% rispetto al 2016. Il fenomeno della vacanza in casa attraverso gli affitti brevi, esploso con Airbnb e altre piattaforme simili, diventa sempre più un'alternativa all'albergo. Soprattutto per chi viene nell'isola fuori stagione non necessariamente interessato a sole e mare. Un fenomeno che coinvolge spesso zone della Sardegna meno note e che ha il vantaggio di promuovere l'isola presso mercati e circuiti internazionali diversi da quelli soliti. Ad utilizzare i circuiti delle case in affitto sono diversi turisti, in rappresentanza di diverse nazionalità. Tra questi anche i cinesi, talvolta interessati anche a forme di investimento immobiliare. Per discutere degli affitti brevi e di tutto ciò che ne consegue, domenica avrà inizio a Cagliari il primo Salone regionale del Turismo extra-alberghiero alla Fiera di Cagliari. Per l'occasione sarà presente anche Stefano Bettanin, presidente dell'associazione Property managers Italia, Ceo di Rentopolis (www.rentopolis.it), start up innovativa sul turismo 2.0, che avrà modo di confrontarsi con l'assessore regionale del Turismo, Barbara Argiolas.
Ultima modifica ilSabato, 18 Novembre 2017 19:10

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Cagliari