Dove eravamo rimasti? Di Antonello Lai

In evidenza Dove eravamo rimasti? Di Antonello Lai
Così disse un famoso giornalista e presentatore quando, facendo ritorno da una pesante quarantena punitiva alla Rai, riprese microfono e favella a interloquire col suo pubblico televisivo. Dove eravamo rimasti.... ora spetta a me dirlo.

Riprendo infatti, da oggi, a firmare questa testata con la funzione che ricoprivo sino a qualche anno fa, quella di direttore responsabile de "Il Punto Sociale".

E lo faccio con l'orgoglio che rivendico, dopo aver concepito con l'editore, Federico Cheri, questa testata sei o 7 anni fa. La memoria fa brutti scherzi...scusate. Devo proprio ringraziare l'amico fraterno Federico, che si é sobbarcato il peso e la responsabilità di firmare, da direttore, il giornale, quotidianamente curato e redatto con l'aiuto dei tanti collaboratori, volontari e non, che hanno avuto un ruolo significativo per far crescere la testata. Ci siamo ancora e vogliamo migliorare il Punto.

Già da qualche tempo abbiamo inserito i servizi filmati, intesi sia come approfondimenti che rubriche vere e proprie. E anche il numero dei collaboratori è cresciuto, così come sono aumentati i contatti e i lettori affezionati.

Maurizio, Kevin, Daniele, Silvia, Giulietta, Martina, tanto per fare alcuni nomi dei nostri più assidui compagni d'avventura, anche a voi va il mio ringraziamento per l'impegno che mettete nel seguire le storie di vita che ci fate conoscere o le denunce di un mondo che ha bisogno di verità da far conoscere ai lettori.

Non siamo depositari della verità. Ne apparteniamo a partiti, lobby o movimenti. Siamo anche profondamente diversi in certi credo della vita quotidiana. Non prendiamo ordini da nessuno e ci impegniamo solo perché ci piace dire la nostra, contribuendo ad una informazione indipendente. Vi assicuriamo che continueremo a farlo, raddoppiando l'impegno e ampliando gli orizzonti.

Abbiamo in serbo diverse sorprese stimolanti che riguarderanno informazione e handicap. Emarginazione e rapporti dei meno garantiti con l'informazione. Avremo collaborazioni importanti e non tradiremo il nostro cammino che ci ha visto dal primo corso di giornalismo dedicato al "sociale" che in più edizioni ha sfornato cronisti di grande sensibilità che non abbiamo perso. Anzi, se mi passate la frase, li abbiamo guadagnati. Sono diventati colleghi di altre testate che hanno però mantenuto la "promessa" iniziale e si dedicano a un giornalismo militante. Il giornale on line é nato anche grazie al loro impegno.

Il Punto continua così nella sua strada, finalizzata a dare democraticamente la parola a tutti. Nel rispetto altrui e in quello che rimane della democrazia dei giorni nostri.

Buona lettura e buona visione a tutti.

Ps: fatevi sentire con articoli, suggerimenti...insulti. Se ne avete voglia dateci la vostra collaborazione con articoli commenti......, storie di vita. Grazie a tutti.

Antonello Lai

Ultima modifica ilMercoledì, 13 Ottobre 2021 19:52
giweather joomla module