Banner Athlon

Caro energia. Sale il prezzo di grano, pane e pasta ma gli agricoltori restano al palo

A causa del rincaro dei costi energetici e all'incremento del prezzo del grano, pane e pasta fanno registrare incrementi significativi del prezzo per il consumatore finale, con conseguenti margini più generosi per i produttori e la grande distribuzione. Una situazione che ha risvolti su scala internazionale, che si riflette anche a livello locale, dalla quale però gli agricoltori sardi non traggono alcun vantaggio. Di fatto, pur non godendo di alcun vantaggio significativo per l'incremento dei prezzi al consumatore finale, la categoria deve affrontare i continui aumenti dei costi delle semine, a seguito dei rincari - oltre il 50% - per il gasolio necessario alle lavorazioni dei terreni. Ma non solo, ad aumentare sono anche i costi dei mezzi agricoli, dei fitosanitari e dei fertilizzanti che, in qualche caso, arrivano anche a triplicare. In particolare, a soffrire maggiormente sono i cerealicoltori sardi che, in aggiunta, sono stati costretti a bloccare i lavori di semina a causa delle persistenti piogge degli ultimi due mesi. Insomma, una situazione insostenibile - come sottolineato da Coldiretti - che richiede un intervento immediato per impedire le speculazioni, unitamente a degli accordi di filiera che possano garantire un giusto equilibrio per tutti gli attori coinvolti.

Incendi. In arrivo dalla Regione 9 milioni di euro per i danni subiti da attività agricole e non professionali

Arrivano dalla Regione 9 milioni di euro per per i danni subiti da attività agricole e non professionali , vittime dei devastanti incendi che hanno colpito l'Oristanese nel luglio 2021. L'avviso per l'assegnazione delle risorse ai Comuni dell’Oristanese, verrà pubblicato nei prossimi giorni. Al suo interno i criteri e le modalità per la richiesta dei contributi anche da parte degli hobbisti.

"Con la legge regionale 17 - ha sottolineato l'assessore regionale della Difesa dell'Ambiente, Gianni Lampis - sono state stanziate le prime risorse, pari a 20 milioni di euro, per far fronte ai danni al patrimonio ambientale e ai beni pubblici e privati danneggiati e per assicurare il ripristino delle condizioni normali di vita dei cittadini e la ripresa delle attività produttive. Ulteriori risorse sono state individuate sul Programma di sviluppo rurale 2021-2027, prevedendo l’attivazione di una specifica misura per i danni subiti dal comparto agricolo e zootecnico. Inoltre, con la legge regionale 21, è stata autorizzata la spendita di parte delle risorse per la sostituzione delle recinzioni e il recupero dei muretti a secco, tipici del paesaggio e delle tradizioni locali, nonché per il ristoro dei danni subiti dai privati alle coltivazioni agronomiche e arboree e ai beni strumentali all'esercizio dell'attività, che nei territori colpiti costituisce un'importante forma di integrazione del reddito".

Agricoltura. Consorzi di Bonifica Nord Sardegna e Oristanese in lista per i fondi del PNRR

Due progetti presentati dai Consorzi di Bonifica del Nord Sardegna e dell’Oristanese sono stati inseriti tra i progetti esecutivi ammissibili al finanziamento elencati in un recente decreto del direttore generale dello sviluppo rurale del Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. In particolare, si tratta di un importante progetto esecutivo dell’importo di euro 9.870.000 elaborato dal Consorzio di Bonifica dell’Oristanese per l’ammodernamento di impianti tecnologici e per la realizzazione di opere complementari delle centrali di sollevamento del Sassu e di un altro progetto esecutivo dell’importo di euro 3.200.000 elaborato dal Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna per implementare un sistema di monitoraggio dei volumi irrigui e per la gestione di usi illeciti e delle perdite idriche. Progetti molto importanti per l’ammodernamento e l’innovazione del sistema irriguo regionale, commenta l’Assessora regionale dell’Agricoltura Gabriella Murgia che evidenzia anche il buon lavoro svolto dai Consorzi di Bonifica, dai tecnici degli assessorati dell’agricoltura e dei lavori pubblici e dall’Agenzia regionale del distretto idrografico della Sardegna. Entrambi i progetti mirano ad individuare soluzioni attese da anni per migliorare l’efficienza delle reti consortili e dell’area di bonifica dell’oristanese. Ora si attende di conoscere le motivazioni del mancato finanziamento di altri progetti presentati dai Consorzi di Bonifica regionali sul PNRR per intervenire con le integrazioni che il Ministero richiederà al fine di ampliare il numero di progetti ammissibili e di favorire la realizzazione di opere infrastrutturali importanti per il territorio della Sardegna.

"Nelle prossime settimane - sottolinea l’Assessora Gabriella Murgia - conosceremo l’esito delle istruttorie dei progetti presentati dai Consorzi di Bonifica sul Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC), per dare impulso ad un Piano di infrastrutturazione della rete consortile regionale con l’obiettivo di migliorare il servizio irriguo a favore delle imprese agricole della Sardegna".

Interventi urgenti per aziende zootecniche in difficoltà

A seguito delle disastrose giornate vissute dagli allevatori delle zone devastaste dai roghi, stante la difficoltà per gli stessi nell’approvvigionamento di alimenti zootecnici per gli animali scampati alla violenza delle fiamme, l’assessorato dell’agricoltura sta mettendo in campo tutte le azioni possibili per assicurare disponibilità di foraggi, fieni e mangimi alle aziende zootecniche sufficienti ad assicurare copertura alimentare per il bestiame allevato. Nell’immediato, Agris Sardegna, l’Agenzia regionale per la ricerca in agricoltura, viste le propria disponibilità e fatte salve le scorte necessarie per il bestiame aziendale, si é detta disponibile a fornire adeguati quantitativi di foraggio proveniente dai propri campi sperimentali, da destinare, quale tangibile segno di solidarietà verso la comunità del Montiferru, alle aziende zootecniche duramente provate dalla violenza dell’incendio. Presi i necessari contatti con le Amministrazioni comunali dei territori colpiti, già lunedì mattina, 2 agosto, sarà trasferito il primo carico di fieno di orzo e avena presso il Centro di raccolta della Protezione Civile situato ad Ottana. Ulteriori quantitativi, in fase di definizione, saranno assicurati nelle giornate successive. Le forniture saranno effettuate in raccordo e coordinamento con la Protezione Civile e i Comuni interessati. Sono in fase di predisposizione altri interventi finalizzati al reperimento di ulteriori scorte di alimenti zootecnici che consentano di sopperire alle esigenze alimentari del bestiame nei prossimi mesi estivi. Per effettuare interventi strutturali urgenti, in particolare per il ripristino delle recinzioni aziendali, si sta attivando una modifica finanziaria del Programma di Sviluppo Rurale destinando maggiori risorse alla misura 5 che consente l’erogazione di contributi a totale copertura delle spese in caso di danni conseguenti ad eventi catastrofici. E’ in fase di approvazione, inoltre, un decreto che prevede la deroga per l’utilizzo di alimenti zootecnici convenzionali per le aziende che praticano i metodi dell’agricoltura biologica. Il provvedimento è finalizzato ad evitare che le aziende interessate, gravemente danneggiate dai roghi, possano incorrere in sanzioni determinate dal mancato rispetto delle norme europee in materia. Per un celere rilevamento dei danni subiti dalle aziende agro-zootecnico è stata definita una task force composta da tecnici di Laore che operano sul territorio avvalendosi di applicazioni e mappe elaborate dalla Protezione Civile regionale.

Pula. A Is Molas Galà di premiazione del Sardinia Food Awards

Un appuntamento ideato per consentire alle aziende che producono prodotti di eccellenza di entrare nei grandi circuiti commerciali, farsi conoscere facendo degustare i propri prodotti di punta a giurie selezionate formate da influencer e professionalità del settore con la possibilità di vincere un bollino che certifica ulteriormente la qualità dei prodotti. Tutto questo é il Sardinia Food Awards, un evento che ogni edizione chiama a raccolta tra le 200 alle 400 aziende e numerosi giornalisti, food blogger e personaggi dello spettacolo nei Galà di Premiazione. Diverse le categorie, dai prodotti da forno, al miele, i distillati, il vino, i formaggi, i salumi la bottarga e tanti altri. L'edizione 2021 ha avuto il suo apice nel Galà di Premiazione che si é svolto nella cornice del Golf club Is Molas. All'evento era presente anche l'assessore regionale dell'Agricoltura, Gabriella Murgia che ha dichiarato: “la Sardegna è una terra ricca di tradizioni millenarie e custode di una cultura agroalimentare d’eccellenza che valorizza i suoi prodotti genuini, sempre più graditi al consumatore in Italia e all’estero. Abbiamo materie prime di elevata qualità- ha sottolineato la Murgia - ricette tradizionali, lavorazioni attente e una consolidata esperienza culinaria. La sfida di oggi è quella di coniugare le tecnologie moderne con la qualità e le antiche tradizioni locali. Con l’auspicio che questa manifestazione prosegua con lo stesso successo riscontrato nelle precedenti edizioni, vi ringrazio per l’invito, vi assicuro il mio personale impegno e della Giunta Solinas per supportare nuove e importanti iniziative come quella di oggi.” L'evnto é patrocinato dal Ministero della Politiche Agricole e Forestali, La Regione Sardegna, Coldiretti e Laore.

Regione. In arrivo 300 mila euro di aiuti per i pescatori subacquei professionali

E' quanto stabilito dalla Giunta Regionale, nel corso dell’ultima seduta, su proposta dell’assessore dell’Agricoltura, Gabriella Murgia. In particolare, gli interventi saranno finanziati dal Fondo di solidarietà della pesca e dell’acquacoltura. Un fondo che consente alla Regione l'erogazione di aiuti alle imprese che si trovino in particolari condizioni di bisogno per la ripresa produttiva a causa dei danni dovuti a calamità naturali, emergenze sanitarie, altri eventi eccezionali e ed eventi meteoclimatici avversi. Ai titolari di autorizzazione alla pesca professionale subacquea dalla riva sarà concesso un aiuto forfettario di mille euro, 2mila euro se l’attività di pesca viene effettuata mediante imbarcazione d’appoggio (più la persona preposta all’ausilio e al soccorso) e fino a 3mila euro se sulla stessa imbarcazione ci sono due pescatori subacquei più la persona preposta all’ausilio e al soccorso. Responsabile dell’attuazione degli aiuti (emanazione dell’avviso, ricevibilità, ammissibilità delle domande, emanazione dell’atto di concessione, registrazione dell’aiuto e liquidazione) è l’agenzia Laore. I contributi saranno erogati secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.

Agricoltura. Indennizzi per l'invasione delle cavallette

Sono in arrivo gli indennizzi per gli agricoltori sardi gravemente danneggiati dall’invasione di cavallette della scorsa primavera. E' quanto prevede una delibera approvata dalla Giunta Regionale nel corso dell’ultima seduta, che assegna 400 mila euro alle imprese sulla base delle perimetrazioni, dei rapporti di sopralluogo e delle verifiche effettuate dall’agenzia Laore, incaricata dell’attuazione dell’intervento. I danni hanno riguardato soprattutto colture foraggere, in asciutto e in irriguo, e in maniera molto limitata superfici a ortive. In base ai dati forniti da Laore, sono stati così definiti gli indennizzi a ettaro: 1.600 euro per le superfici a ortive; 250 euro per le superfici irrigate coltivate a seminativi; 160 euro per le superfici coltivate in asciutto; solo qualora le superfici siano riferibili ad una azienda zootecnica attiva, 100 euro per i pascoli magri in asciutto con tare fino al 20% e 70 euro per i pascoli magri in asciutto con tare fino al 50%.

Alluvione. In arrivo le risorse per le aziende danneggiate

Sono in arrivo in tempi brevi 10 milioni per le aziende danneggiate dall’alluvione e altri 3 milioni dei 5 stanziati in precedenza per intervenire sulle strade rurali. A ciò si aggiunge il via libera a quasi venti milioni per i Consorzi di bonifica, per i crediti vantati con Enas, e alla stabilizzazione degli avventizi, e alla proroga degli aiuti alle associazioni degli allevatori. Sono alcune delle misure urgenti approvate ieri con l’assestamento di bilancio, grazie agli emendamenti presentati dalla Giunta Regionale, per sostenere il comparto agricolo. L'obiettivo è quello di dare un primo e rapido ristoro agli agricoltori e un segnale concreto di attenzione della Giunta al settore in vista di un ritorno alla normalità, come sottolineato dal presidente Christian Solinas. In particolare, 10 milioni di euro vengono affidati all’Agenzia Laore per i primi interventi urgenti a favore di aziende agricole che hanno subito danni a causa dell’alluvione del 28 novembre scorso. Tre milioni di euro serviranno invece a integrare le risorse della sottomisura 4.3.1 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020 per ampliare il numero delle domande finanziabili presentate per “investimenti volti a migliorare le condizioni della viabilità rurale e forestale”. Con l’assestamento di bilancio vengono anche sbloccati 19,7 milioni a favore di Enas (Ente acque della Sardegna) per rimborsare i Consorzi di bonifica dei costi energetici sostenuti per il sollevamento delle acque. “Sono stati stanziati altri due milioni di euro – evidenzia l’assessore regionale dell’Agricoltura, Gabriella Murgia – per la stabilizzazione degli avventizi dei Consorzi di bonifica. Con questo passaggio importante chiudiamo una lunga vertenza, che abbiamo ereditato dal passato e seguito costantemente in Assessorato, sbloccando l’assunzione di decine di lavoratori, che aspettavano da tempo una soluzione positiva, e mettendo in condizione i Consorzi di operare con i giusti organici”. Con un altro emendamento sono stati prorogati fino al 31 gennaio del 2022 gli aiuti alle associazioni degli allevatori previsti dalla legge regionale 21 del 2000. Saranno anche estesi alle mense delle case di riposo gestite dalle amministrazioni comunali i finanziamenti destinati alle campagne di educazione alimentare per stimolare il consumo di prodotti agroalimentari sardi.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module