Banner Athlon

Coronavirus. Aggiornamento del 29 novembre: 98 nuovi casi di positività, 1 decesso

Nelle ultime 24 ore nell'isola si registrano 98 ulteriori casi confermati di positività al Covid-19, su 1.335 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 4.684 tamponi. Si registra anche il decesso di una donna di 88 anni, residente nella provincia del Sud Sardegna. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 16, con un incremento di 2 unità rispetto all'aggiornamento precedente. Le persone ricoverate in area medica sono 67, in aumento di 5 unità rispetto a quanto registrato nella giornata di domenica 28 novembre. Incremento anche per i casi di isolamento domiciliare, ad oggi 2.620.

Coronavirus. Aggiornamento del 28 novembre: 107 nuovi casi di positività, nessun decesso

Sono 107 i nuovi casi di positività al Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore. Le persone testate sono 2.652, mentre il totale dei tamponi processati, fra molecolari e antigenici, sono 9.399, per un tasso di positività dell' 1,1%. Non si registrano decessi. Il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva cresce di 1 unità a 14, così come il numero di persone ricoverate in area medica, ad oggi 62. Ancora un incremento per i casi di isolamento domiciliare, attualmente 2.590.

Coronavirus. Aggiornamento del 27 novembre:

Nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 125 nuovi casi di positività al Covid-19 su 1.948 persone testate. Il tasso di positività, all'1,7%, rimane ancora contenuto anche se si registra un aumento dei decessi. Sono infatti tre le vittime registrate. Si tratta di un uomo di 92 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari, uno di 83, residente nella provincia di Sassari e una donna di 76 anni, residente nella provincia del Sud Sardegna. Rimane stabile il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva, ad oggi 13. Nessuna variazione anche per le persone ricoverate in area medica, attualmente 61. Ancora un incremento invece per i casi di isolamento domiciliare si attestano a quota 2.513.

Continuità territoriale. "Bando in ritardo, a rischio la stagione turistica 2022"

A denunciarlo é il consigliere regionale del M5S Roberto Li Gioi, vice presidente della Commissione Trasporti, che, alla luce del rischio imminente, ha presentato un'apposita mozione volta alla rapida risoluzione di questa problematica.

“Le tempistiche caratterizzanti l'operato dell'Assessorato regionale ai Trasporti, costantemente tardive e sfasate, rischiano di mettere seriamente e nuovamente a rischio i collegamenti aerei in continuità per la prossima stagione estiva - attacca Li Gioi - allo stato attuale infatti, esiste già un periodo di dieci giorni di paralisi dei voli: dopo la scadenza del bando di emergenza vinto da Volotea, ovvero dal 15 maggio, infatti, non ci potrà essere alcun vettore a gestire le rotte in regime di compensazione. Questo perché il bando per la nuova continuità territoriale non è stato ancora pubblicato, e anche qualora lo fosse in questi giorni, si dovrà necessariamente attendere sei mesi per la sua chiusura”.

E sugli asseriti ritardi della Regione l'esponente pentastellato sottolinea: "a causa dei gravissimi ritardi accumulati dalla Regione in due anni e mezzo, soltanto ieri il Ministro dei Trasporti Enrico Giovannini ha potuto firmare i decreti sui quali verrà costruita la rete dei collegamenti da e per l'isola”. Da qui la richiesta al presidente Solinas e all'assessore Todde: “ho chiesto al Presidente Solinas e all'assessore Todde di adottare qualsiasi iniziativa utile affinché la stagione turistica 2022 venga salvata. Siamo già fuori tempo massimo ed è facile immaginare cosa accadrà a metà maggio, quando il bando di emergenza sarà scaduto e quello nuovo non sarà ancora effettivo”.

“Purtroppo insiste Li Gioi - anche per l'estate alle porte si profila il caos dei trasporti. Se entro il 15 maggio non ci sarà un bando per la nuova continuità aerea valido, e capace di assicurare i collegamenti, le conseguenze saranno catastrofiche per l'intero tessuto economico sardo, legato a doppio filo al turismo. Già oggi possiamo affermare che prenotare un viaggio nella nostra isola per i mesi di giugno, luglio e agosto è impossibile, e i danni per il comparto sono già ora incalcolabili. É quindi doveroso – conclude - che la Regione inizi a guardare in faccia la realtà e a muoversi di conseguenza per evitare questo ennesimo colpo, durissimo, che non ci possiamo permettere”.

Coronavirus. Aggiornamento del 25 novembre: 164 nuovi casi di positività, nessun decesso

Nell'isola si registrano oggi 164 ulteriori casi confermati di positività al Covid-19, sulla base di 2.495 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 8.810 test. Non si registrano decessi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 13, numero stabile rispetto all'aggiornamento precedente. Le persone ricoverate in area medica sono 47, con un incremento di 4 unità rispetto al precedente aggiornamento. Aumenta di 73 unità il numero di isolamenti domiciliari, ad oggi 2.459.

Vaccini. Terze dosi da record

A poche ore dall'apertura delle prenotazioni per la terza dose dell’anticovid per gli over 40, in Sardegna é corsa al vaccino. In particolare, alle ore 18 si erano prenotate 18.988 persone, 13.100 delle quali appartenenti alla fascia 40- 59 anni.

"Tutti gli hub vaccinali sono stati potenziati o sono in via di potenziamento - precisa il presidente della Giunta Regionale Christian Solinas - per garantire a tutti una vaccinazione secondo i tempi prestabiliti. La Regione utilizzerà tutti i mezzi a sua disposizione per assicurare un servizio efficiente ed una prosecuzione della campagna vaccinale in grado di sventare nuove ondate del virus".

Di fatto, nonostante un peggioramento generale dei dati sui contagi, la situazione in Sardegna pare sia ancora sotto controllo e resta molto bassa l’incidenza dei ricoveri, così come l’indice rt.

"Dobbiamo mantenere alta la guardia - sottolinea ancora Solinas - e prendere coscienza dell’utilità della vaccinazione come prima e più efficace arma contro il virus".

Cagliari. Campionati Italiani Under 23 di Scherma

Cagliari si appresta a diventare la capitale della Scherma con i Campionati Italiani Under 23in programma dal 25 al 28 novembre 2021.

“Una nuova straordinaria opportunità per Cagliari”, ha commentato il primo cittadino, Paolo Truzzu che, in modalità telematica, ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione della manifestazione sportiva che sarà ospitata nel PalaPirastu e nelle Palestre CONI A e B.

Ventotto pedane allestite nelle due palestre oltre a quelle del PalaPirastu che ospiteranno semifinali e finali. Coinvolti ottocento giovani, nati fino al 1999, schermitori provenienti da tutta Italia tra i quali quaranta sardi e un numero di partecipanti che supererà di parecchio le mille presenze in città. Numeri importanti per il Campionato che assegnerà i titoli italiani di categoria per ciascuna delle sei armi tipiche della scherma: fioretto, sciabola e spada, maschile e femminile. A completare il quadro della competizione ci saranno le prove a squadre che questa volta sono state ideate in modalità mista. E in palio non ci saranno solo i titoli ma anche la possibilità, per i ragazzi in gara, di conquistare un posto nella nazionale del futuro. Il tutto per creare il maggior spettacolo possibile in un contesto che sarà aperto anche agli appassionati e ai curiosi che a partire dalle semifinali potranno accedere, gratuitamente, alle tribune del PalaPirastu per seguire l'evento. Un modo, per Cagliari, di entrare nel cuore degli appassionati della Scherma ma soprattutto di candidarsi per il Campionato del Mondo cadetti in calendario per il marzo 2023. Il capoluogo sardo sarà l'unica città italiana in corsa per ospitare una manifestazione di assoluto prestigio, per ottenere la quale sarà determinante il lavoro della Federazione Italiana Scherma.

“La partita non sarà semplice – ha confermato Paolo Azzi, Presidente di Federscherma – ma noi abbiamo intenzione di giocarla fino in fondo”.

Intervenuto all'incontro con i cronisti oggi, martedì 23 novembre 2021 nella Sala del Retablo del Municipio, il numero uno della Federazione è stato accompagnato dal Presidente regionale della Federscherma, Gianmarco Tavolacci. Presenti gli Assessori comunali allo Sport, Andrea Floris e alle Attività Produttive e Turismo, Alessandro Sorgia, oltre al Presidente regionale del CONI, Bruno Perra, al Presidente di Sport e Salute Sardegna, Stefano Esu e Maurizio Fuccaro del comitato organizzatore.

“Per noi – ha aggiunto il Sindaco Truzzu – è una iniziativa che darà lustro alla città e porterà nel capoluogo una grande quantità di atleti e accompagnatori che affolleranno le strade e le attività commerciali. Il turismo sportivo è un aspetto sul quale vogliamo continuare a puntare perché significa far conoscere la città e creare economia”.

“Cagliari – il commento dell'Assessore Andrea Floris – si conferma un palcoscenico importante e questa occasione ci da la possibilità di sviluppare il protocollo di intesa già sottoscritto per la candidatura di Cagliari come sede dei Mondiali nel 2023. Abbiamo predisposto uno spot per promuovere la città e ora siamo in un momento importante di una lunga stagione di eventi sportivo che speriamo sia di buon auspicio per gli sportivi e porti bene anche a Cagliari”. Soddisfatto per il numero di presenze del prossimo fine settimana anche l'Assessore alle Attività Produttive e Turismo. “Abbiamo stimato – ha precisato Alessandro Sorgia – l'arrivo di oltre millecinquecento persone e faremo di tutto per accoglierle nel migliore dei modi. Cagliari ha portato fortuna agli altri sport e mi auguro che sia così anche per la scherma”. A margine dell'evento sportivo, saranno diversi i momenti per mettere in vetrina i prodotti enogastronomici dell'Isola che saranno presenti nel villaggio sportivo realizzato tra i due Palazzetti e dove verranno messe in mostra le eccellenze artigianali. “Sarà l'occasione per dare ossigeno anche a loro” ha concluso l'Assessore Sorgia. Lame incrociate a partire da giovedì 25 novembre con la Spada individuale maschile e femminile, per poi passare al giorno successivo con la Spada a squadre miste. Sabato 27 spazio al Fioretto e alla Sciabola individuale (maschile e femminile) mentre domenica con le stesse armi si combatterà con le squadre miste. Nella fase eliminatoria, per questioni logistiche, il pubblico non potrà avere accesso ai Palazzetti A e B, ma tra semifinali e finali sarà accessibile il PalaPirastu così come il villaggio di oltre mille metri quadrati. Ad organizzare tutto, su mandato della Federazione Italiana Scherma, sarà l'Accademia d'Armi Athos.

Cagliari. Convegno "L’alunno con diabete a scuola"

In occasione della Giornata Mondiale del Diabete 2021, il 24 novembre dalle ore 17.30, nella Sala Consiliare del Palazzo Civico di via Roma, si terrà il convegno “L’alunno con diabete a scuola”. L’iniziativa ha come obiettivo, quello di contribuire ad aumentare le conoscenze in materia, favorendo e promuovendo le condizioni per la piena inclusione ed il benessere psico-fisico degli allievi affetti da diabete di tipo 1, all’interno dei contesti scolastici di ogni ordine e grado, nonché la sicurezza del personale che lavora nella scuola e/o che ha la responsabilità della sua gestione e della vigilanza. Organizzato dall’Associazione Bambini Con Diabete Cagliari Ets-Odv, dall’Associazione Diabetici Cagliari Ets-Odv e dalla Federazione Rete Sarda Diabete Ets-Odv, l'evento é gestito dall'Équipe del Centro di Diabetologia Pediatrica dell’AOU Brotzu dell’Osp. Microcitemico diretta da Carlo Ripoli. Sarà presente il presidente del Consiglio comunale Edoardo Tocco. Interverranno l'assessore alle Pari Opportunità Rita Dedola, la docente di Psicologia sociale Cristina Cabras e l'imprenditrice Rosi Sgaravatti. Modera il dibattito il giornalista Andrea Frailis.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module