BANNER 300X250

Cagliari. Inaugurata ai Giardini Pubblici una panchina rossa

In occasione della Giornata dedicata a tutte le donne, presso i Giardini Pubblici, é stata installata una panchina rossa, quale iniziativa che vuole accomunare idealmente l'8 marzo con la piaga della violenza sulle donne. A far scivolare via il drappo bianco che copriva la panchina, sono state le Assessore del Comune di Cagliari Paola Piroddi e Rita Dedola, rispettivamente titolari degli Assessorati alla Cultura e alle Pari Opportunità, affiancata da Stefania Loi e Enrica Anedda che presiedono le Commissioni Consiliari permanenti in materia di Pari Opportunità e Cultura. L'iniziativa, che è stata accompagnata dalla lettura di alcune poesie in tema, eseguita da Alessandra Sorcinelli, rappresenta solo del primo appuntamento di una serie che andrà avanti fino al 25 novembre, la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le Donne, con l'inaugurazione di una panchina rossa in tutti i parchi della città.

“Oggi – ha commentato Paola Piroddi – in occasione della giornata della donna, che non ci piace chiamare “festa”, abbiamo voluto abbinare in questo bellissimo contesto dei Giardini Pubblici, l'apertura dei Musei Civici - con condizioni particolari per tutte le donne - alla panchina rossa. Vogliamo che questa panchina sia un momento di riflessione e per questo ne inseriremo una in ogni parco”.

Donate all'Amministrazione Comunale dalla Società Vivai Natura Verde, le panchine verranno sistemate periodicamente per stimolare e sensibilizzare sui temi di rispetto e uguaglianza che sono alla base della eliminazione di ogni forma di violenza sulle donne.

“L'8 marzo è la Giornata Internazionale della Donna – ha aggiunto Rita Dedola - ma è altrettanto vero che siamo in un anno di pandemia che ha ancora messo più in risalto i problemi della inadeguatezza delle strutture che si occupano delle donne. Lo conferma il fatto che in questo periodo sono aumentati gli episodi di violenza a causa dell'isolamento forzato e i femminicidi. Serve, a questo punto, una riflessione ulteriore perché per arrivare alle pari opportunità e all'eguaglianza sostanziale, c'è ancora molta strada da fare”.

“Come Commissione alle Pari Opportunità – é il pensiero di Stefania Loi – abbiamo voluto declinare questa giornata, oltre che alla violenza, anche alle endometriosi, una malattia invalidante e poco consociuta. Vogliamo stimolare il dibattito e sensibilizzare sull'argomento, aprendo ad una medicina di genere, ossia quella medicina che indaga sulle problematiche inerenti, in questo caso, il genere femminile. Il 27 marzo sarà la Giornata Mondiale dedicata alla endometriosi e questa declinazione da alla giornata della Donna, un valore aggiunto”.

“Era importante – ha concluso il giro di interventi Enrica Anedda, prima di lasciare spazio ai versi di Alessandra Sorcinelli – ricordare oggi il problema della violenza sulle donne. E mi piace il fatto che l'iniziativa sia stata collocata nel luogo di eccellenza della cultura di Cagliari perché i due temi restano collegati”.

Cagliari. Incontro sul capoluogo città del benessere animale

Sono diverse migliaia i gatti di Cagliari, alcuni dei quali vivono nelle case dei cittadini e molti di più quelli che siamo soliti vedere in libertà, nei parchi o sui colli. Per fare il punto sulla situazione questa mattina sono stati chiamati a raccolta, dal Comune di Cagliari, i cittadini che a vario titolo si prendono cura dei felini cagliaritani. L'iniziativa, che si è svolta presso i Giardini Pubblici della Galleria Comunale d’arte, ha avuto come ordine del giorno la situazione delle colonie feline e dei ripari per gatti, le sterilizzazioni e l'assistenza degli animali malati, i possibili aiuti per le gattare e i gattari, come le modernissime cucce per felini messe a disposizione dall’associazione Faberaus. Per l'Amministrazione Comunale erano presenti all'incontro l'assessora alla Cultura con delega al Benesse animale Paola Piroddi, il presidente della commissione patrimonio, Marcello Polastri e il presidente del Consiglio Comunale, Edoardo Tocco. Ha partecipato all'iniziativa anche Giovanni Piano, vicepresidente dell’Ordine dei veterinari di Cagliari, che ha sottolineato: “occuparci degli animali ci rende persone migliori, ciascuna persona che si occupa di un animale è una persona migliore. Bene fa il Comune a pensare tra le tante cose anche al benessere animale”. Presenti anche Gianna Coppa, medico veterinario del Comune di Cagliari, l’Agronomo Andrea Fenu, Anna Rita Salaris del Movimento animalista e tanti rappresentanti delle colonie feline, come Alessia De Pilla che da anni si prende cura di diverse colonie feline e molti altri ancora. “Sono felicissima - ha dichiarato quest'ultima - perché l'Amministrazione Comunale ha risposto ad una mia segnalazione alle 21 si sera, e alle ore 9 del giorno seguente era già con me a Monte Urpinu, per risolvere un problema con solerzia, a vantaggio del benessere delle colonie di gatti, ora dotate di apposite case portare sul posto dagli operai comunali”.

Cagliari. Incontro pubblico con Biba Giacchetti curatrice della mostra Steve McCurry ICONS

Quasi una seconda inaugurazione della mostra Steve McCurry. ICONS, quella che l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari ha in programma venerdì 18, con inizio alle ore 18, nei Giardini Pubblici, nello spazio antistante la Galleria Comunale d'Arte. Sarà infatti in città, per il suo primo incontro pubblico, Biba Giacchetti, curatrice della mostra dedicata al grande maestro della fotografia, in programma fino al 10 gennaio nella sale dell’Ex Palazzo di Città. La scelta dei Giardini Pubblici - rispetto a Palazzo di Città - ha l'obiettivo di aumentare il numero dei presenti nel rispetto della normativa anti COVID.

"Sono molto felice che sia la Sardegna a generare questo bel segnale di ripresa nel mondo culturale italiano - ha dichiarato Biba Giacchetti. Purtroppo, molti musei si stanno ancora interrogando sul da farsi e tante sono state le mostre rimandate al 2021 o a data da destinarsi. Icons, la bella retrospettiva di Steve McCurry debutta in Sardegna con questa tappa cagliaritana che siamo certi otterrà il consueto grande successo di pubblico, nella bellissima cornice di Palazzo di Città che con le sue sale le infonde atmosfere particolari. Per noi è una grande emozione, finalmente positiva che siamo certi sarà condivisa dai visitatori".

L’incontro si terrà con ingresso gratuito ma sarà necessaria la prenotazione dal sito dei Musei Civici di Cagliari: sistemamuseale.museicivicicagliari.it/prenotazione-galleria-comunale o contattando la Galleria Comunale al numero 070 6776454. Esperta di comunicazione, Biba Giacchetti ha iniziato la sua carriera a Milano negli anni Ottanta. Collaboratrice di Magnum, ha conosciuto Elliott Erwitt, diventando una sua allieva, riuscendo a coniugare la propria passione per la fotografia con le esigenze delle aziende per le quali lavorava. Nel 2002 insieme a Giuseppe Ceroni fonda SudEst57, l'agenzia che rappresenta in Italia diversi fotografi tra cui Elliott Erwitt e Steve McCurry.

Cagliari. Al via nella Galleria Comunale di Cagliari i Talks per la mostra Back to the 80’s

La mostra Back to the 80’s – Gli anni Ottanta dentro e fuori le Collezioni Civiche, si arricchisce di numerosi eventi dedicati alle espressioni artistiche degli anni '80. Dopo i concerti d'agosto, sempre nei Giardini Pubblici, è la volta dei Talks di approfondimento condotti da docenti, direttori di musei, intellettuali, artisti che hanno approfondito, vissuto, scritto sui molteplici linguaggi di questa decade rivoluzionaria. Moderano i curatori della mostra Efisio Carbone eTiziana Ciocca. Tre gli appuntamenti in programma nei giorni 10, 17 e 24 settembre e per tutti sarà necessaria la prenotazione. Il biglietto a 6 euro consente anche una visita guidata alla mostra con inizio alle ore 20.30. Si inizia il 10 settembre alle ore 19 con Gianni Atzeni, Simona Campus, Antonello Dessì, Mauro Rombi, Maria Paola Zedda. Si prosegue il 17 settembre, sempre alle 19 con Rosanna Rossi, in un incontro dal titolo ricordando "Colori proibiti!" omaggio a kandinskij (Galleria Comunale di Cagliari, febbraio '83). Ultimo appuntamento il 24 settembre, ancora alle 19 con Cicci Borghi, Antonella Camarda, Simona Campus, Annalisa Cocco, Rosanna D'Alessandro e Davide Mariani. Back to the 80’s – Gli anni Ottanta dentro e fuori le Collezioni Civiche è la nuova produzione del Servizio Cultura e Spettacolo – Musei Civici di Cagliari, e celebra i coloratissimi ed eccentrici anni Ottanta che ritornano con una punta di nostalgia, più vitali che mai, in questa caldissima estate messa a rischio dal recente lockdown. Partendo dalle proprie collezioni permanenti i Musei Civici intendono presentare un saggio di quella che è stata la produzione artistica negli anni '80 in Sardegna, con una particolare attenzione per il capoluogo. Sciolti i Gruppi storici, insieme a gran parte degli ideali utopici da essi veicolati, la ricerca prosegue negli studi, in spazi culturali e nelle gallerie private. Una babele di linguaggi, così definita dal Professor Salvatore Naitza, che mostra un importante fermento culturale dove alla pittura e alla scultura si affiancano, sempre più protagoniste, nuove forme espressive e sinestetiche: happening, istallazioni, performance, video arte, fotografia, design. Tra Roma romantica e decadente, Milano high tech e proiettata nel futuro, Bologna utopica e trasversale, una nuova generazione di artisti saluta gli anni '80 con una rinnovata libertà di azione e pensiero. La Transavanguardia ri-connette il territorio alla produzione artistica e l'opera alle mani dell'autore. Nuovi movimenti assorbono energia dalle "sotto-culture" (meglio chiamarle altre) che si sostituiscono al pensiero ufficiale di natura politica o intellettuale per arricchirsi di suggestioni che provengono dalla musica, dal teatro, dalla televisione a colori, dalla stampa, dal fumetto, dal cinema. Prenotazioni al numero 0706776482 o scrivendo all'email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Cagliari. Nasce una nuova palestra di arrampicata sportiva ai Giardini pubblici di Cagliari

I Giardini pubblici di Cagliari, da oggi offrono anche la possibilità di fruire di una nuova palestra di arrampicata sportiva. Realizzata a seguito di un bando comunale, sul costone roccioso che delimita i 17mila metri quadrati di una tra le attrazioni culturali e ambientali più prestigiose e antiche della città, oltre alla valenza sportiva, la “palestra verticale” rappresenta per il capoluogo della Sardegna anche un “elemento di attrazione turistica importante a disposizione dei tanti appassionati in giro per il mondo, che scelgono di fare le proprie vacanze in funzione di questa disciplina, capace di portare nuove risorse sul territorio”, ha rimarcato il sindaco Paolo Truzzu. Alta sino a 15 metri, la parete consente 15 “vie” (percorsi) per l’arrampicata con corda (lead) e 40 per l’arrampicata libera senza corda (boulder).

“Questa struttura – hanno spiegato Daniele Castello e Roberto Desogus dell'associazione sportiva che si è occupata della sua realizzazione, grazie anche ad una apposita raccolta di fondi, e che seguirà la gestione delle attività a essa connesse - è attualmente l’unica nel territorio, inserita in un contesto urbano così suggestivo e all’aperto”. L’iniziativa è accompagnata dal sito web www.savanzadaclimbing.it attraverso cui ci si può iscrivere ai corsi. Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti tanti appassionati di sport e giovani atleti locali, che hanno assistito con i rappresentanti dell'Amministrazione Comunale, a una dimostrazione di arrampicata con corda da parte di Daniele Castello, presidente dell’associazione S'Avanzada Climbing Cagliari. La realizzazione della parete per arrampicata, come altri progetti, rientra tra le iniziative che il Comune sta portando avanti per “far diventare Cagliari vetrina nazionale e internazionale”, ha spiegato l’assessore Sorgia, promuovendo i corretti stili di vita, la cultura sportiva e favorire la diffusione della pratica sportiva tra i giovani. “S'Avanzada Climbing Cagliari”, che prende il nome dalla vicina “porta d’ingresso” al quartiere di Castello, ma anche dalla “avanzata” continua sino alla meta degli atleti, risponde dunque a due esigenze della città: l’assenza di strutture per l’arrampicata e l’aumento negli ultimi anni di atleti e aspiranti arrampicatori che si avvicinano a questa disciplina.

Cagliari. Riaperti parchi, Giardini Pubblici e cimitero di San Michele

Dopo essere stati chiusi tutta la giornata di sabato 16 maggio, riaprono al pubblico i parchi cittadini, i Giardini Pubblici e il cimitero di San Michele. La chiusura temporanea era stata decisa dall'Amministrazione Comunale a causa delle forti raffiche di vento che hanno caratterizzato la giornata di sabato. Diversi gli interventi delle squadre del Servizio Verde Pubblico, impegnate fino alla tarda notte per rimuovere rami e branche spezzati.
Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module