Banner Athlon

Coronavirus. Aggiornamento del 29 novembre: 98 nuovi casi di positività, 1 decesso

Nelle ultime 24 ore nell'isola si registrano 98 ulteriori casi confermati di positività al Covid-19, su 1.335 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 4.684 tamponi. Si registra anche il decesso di una donna di 88 anni, residente nella provincia del Sud Sardegna. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 16, con un incremento di 2 unità rispetto all'aggiornamento precedente. Le persone ricoverate in area medica sono 67, in aumento di 5 unità rispetto a quanto registrato nella giornata di domenica 28 novembre. Incremento anche per i casi di isolamento domiciliare, ad oggi 2.620.

Meteo. Ancora maltempo, allerta gialla fino a martedì 30 novembre

Continua il maltempo nell'isola. La Protezione Civile Regionale ha infatti diramato un nuovo avviso di allerta gialla per rischio idraulico, idrogeologico e neve su tutta la Sardegna. In particolare, fino alla mezzanotte di martedì 30 novembre é applicabile lo stato di criticità ordinaria con caduta di neve, a partire da 500 metri di quota. Il Comune di Cagliari fa sapere che in via precauzionale, gli orari di apertura e chiusura al pubblico dei parchi e delle aree verdi comunali potrebbero subire delle modifiche localizzate dell'ultimo minuto, di pari passo con l'evoluzione dell'allerta.

Spettacolo. Al via nell'isola la tournee di "Coppia aperta... quasi spalancata", con Chiara Francini

Sbarca nell'Isola – sotto le insegne del CeDAC - “Coppia Aperta... quasi spalancata” di Dario Fo e Franca Rame, nell'interpretazione dell'attrice, conduttrice e scrittrice Chiara Francini, protagonista accanto ad Alessandro Federico, per la regia di Alessandro Tedeschi (produzione Pierfrancesco Pisani e Isabella Borettini per Infinito). La celebre commedia, una "favola tragicomica" sull'evoluzione della società e sul significato del matrimonio dopo la “rivoluzione” del '68, va in scena in prima regionale lunedì 29 novembre, alle 21 al Teatro Tonio Dei di Lanusei, per approdare martedì 30 novembre alle 21 al Teatro Comunale di San Gavino Monreale. Tappa finale mercoledì 1° dicembre alle 21, al Padiglione Tamuli delle ex Caserme Mura di Macomer. La pièce, inserita nel cartellone della Stagione di Prosa 2021-2022, divertente e attuale, parla d'amore e disamore, di rispetto e parità, di emancipazione femminile e della "relativa insofferenza al concetto di monogamia" da parte degli uomini, spesso in difficoltà quando le loro mogli e compagne rivendicano un'uguale libertà.

Coronavirus. Aggiornamento del 28 novembre: 107 nuovi casi di positività, nessun decesso

Sono 107 i nuovi casi di positività al Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore. Le persone testate sono 2.652, mentre il totale dei tamponi processati, fra molecolari e antigenici, sono 9.399, per un tasso di positività dell' 1,1%. Non si registrano decessi. Il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva cresce di 1 unità a 14, così come il numero di persone ricoverate in area medica, ad oggi 62. Ancora un incremento per i casi di isolamento domiciliare, attualmente 2.590.

Meteo. Allerta della Protezione Civile Regionale per neve, vento e maraggiate

Sarà un lunedì 29 novembre caratterizzato da condizioni meteo avverse per neve, vento e mareggiate. A confermarlo é il servizio di Protezione Civile Regionale che ha diramato un avviso di Condizioni Meteorologiche Avverse, in vigore dalle 00,00 alle 21,00. Un provvedimento che riguarda gran parte della Sardegna. Di fatto, dalle prime ore della giornata e fino alle 21 sono previste precipitazioni a carattere nevoso, con cumulati deboli o localmente moderati, sopra i 700 metri, principalmente sui rilievi della Sardegna Occidentale e Centrale. Dalle 9, sempre di lunedì 29, sono previsti venti forti e localmente di burrasca da Nord-Ovest sulle zone costiere Settentrionali, Occidentali e Meridionali. Saranno, inoltre, possibili mareggiate sulle coste esposte.

Zone Economiche Speciali. Alla Sardegna le briciole del Pnrr

Dei 630 milioni del Pnrr destinati alle opere infrastrutturali all'interno delle Zone Economiche Speciali d'Italia (Zes), alla Sardegna vengono assegnati solo 10 milioni. La notizia, apparsa qualche giorno sull'autorevole "Il Sole 24 Ore" non é passata in sordina e così i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Michele Ciusa, Alessandro Solinas, Desirè Manca, Roberto Li Gioi, hanno presentato un'interrogazione al Presidente Solinas e alla Giunta per conoscere lo stato dell’arte dell'iter del Piano di Sviluppo Strategico finalizzato all'istituzione della fiscalità di vantaggio per la Sardegna.

“Nei giorni scorsi - attaccano gli esponenti pentastellati - il Governo ha deciso il piano di riparto dei fondi, i 630 milioni del PNRR, destinati alle opere infrastrutturali all'interno delle Zone Economiche Speciali d'Italia. Un piano che sarà esaminato entro il 2 dicembre prossimo sul tavolo della Conferenza Stato – Regioni e all'interno del quale, la Regione Sardegna, farà, purtroppo, la magrissima figura dell'ultima della classe”.

Una situazione imbarazzante, visto che nelle casse delle altre regioni italiane, tra le quali Campania, Puglia, Basilicata, arriveranno centinaia di milioni di euro del Pnrr, a differenza della Sardegna. Sulle cause di questo smacco, i consiglieri del M5S spiegano: “delle otto Zes previste nel Sud Italia, soltanto una, quella della Sardegna, non è stata ancora istituita. E quali siano le motivazioni di questa incomprensibile situazione di stallo resta ancora un mistero. Le ultime notizie da parte del Presidente Solinas a riguardo risalgono allo scorso 23 giugno quando il Governatore celebrò l’approvazione da parte della Giunta di un ulteriore aggiornamento del Piano di Sviluppo Strategico. Il Presidente dichiarò inoltre che ‘con l’ultimo adeguamento al documento viene quindi eliminato un altro ostacolo di carattere tecnico che rischiava di rallentare l’esito della procedura per l'istituzione della Zes”.

“Sono trascorsi mesi da allora - puntualizzano i consiglieri - e nessun passo in avanti è stato ancora compiuto. Questo governo regionale che tanto celebra la fiscalità di vantaggio per i sardi ne ha, di fatto, decretato il fallimento. L'impegno tanto profuso dal Presidente Solinas per l'introduzione del principio di insularità in Costituzione – concludono - viene svilito dalla realtà dei fatti, che indicano invece la totale mancanza di capacità dimostrata nel perseguire altre strade, anche già disponibili, finalizzate a colmare il gap che ci separa dal resto d'Italia. La Sardegna non avrà accesso ai fondi che merita ma si dovrà accontentare delle briciole”.

Cagliari. Convegno "Le isole del Mediterraneo"

Un convegno e tre talk tematici per discutere della possibilità di creare una grande macroregione mediterranea che faccia dell'insularità un elemento di sviluppo e di rilancio economico dei territori. E' quanto promette l'evento denominato "Le Isole del Mediterraneo", che si svolgerà il 30 novembre e il 1° dicembre a Cagliari, negli spazi della Manifattura Tabacchi, sala eventi Opificio Innova. Promossa dal Centro Italo Arabo e del Mediterraneo con il contributo della Fondazione di Sardegna, l'iniziativa si focalizza su una chiara strategia che vede in prima linea la Sardegna, le Baleari, la Corsica e Malta, insieme per dare vita una Macroregione per lo sviluppo locale in ambito Ue. Più in particolare, il progetto punta a promuovere un futuro di cooperazione nel bacino del Mediterraneo dando sostanza al riconoscimento nella Costituzione dell’insularità sarda in un’ottica transfrontaliera, aprendo così una nuova stagione dell'Autonomia per la Sardegna in Europa. Interessante anche il confronto con le Isole Canarie, realtà non mediterranea che ha delle specificità che possono essere prese a modello nella creazione di una macroregione tra Europa, Africa e Vicino Oriente. Si parte martedì 30 novembre, alle ore 17.30, con la parte più internazionale del convegno, grazie alla presenza di relatori provenienti dalle isole interessate. Obiettivo, quello di valutare le opportunità che possono nascere dalla creazione di una macroregione intesa come istituto che promuove la cooperazione interna all'Unione europea. Si prosegue la mattina di mercoledì 1° dicembre con tre talk:

1) Le donne delle isole del Mediterraneo: esperienze di governo (ore 9:30);

2) Spopolamento delle zone interne e politiche migratorie (ore 10:30);

3) Insularità e trasporti: modelli di continuità territoriale aerea e marittima (ore 11:45).

L’evento è organizzato in partnership con i comuni di Mandas, Sorradile e San Giovanni Suergiu, l’associazione Badde Salighes, C.R.E.I. ACLI della Sardegna, ITS Fondazione Blue Zone e Opificio Innova. Media Partner: Sponda Sud Rivista di Geopolitica, Paesi Arabi, Matex Web Tv e Cagliaripad. Per partecipare all'evento consultare il link: https://share.hsforms.com/10RdwVt_MRm-YsbVy21Inqg5h3l1

Coronavirus. Aggiornamento del 27 novembre:

Nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 125 nuovi casi di positività al Covid-19 su 1.948 persone testate. Il tasso di positività, all'1,7%, rimane ancora contenuto anche se si registra un aumento dei decessi. Sono infatti tre le vittime registrate. Si tratta di un uomo di 92 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari, uno di 83, residente nella provincia di Sassari e una donna di 76 anni, residente nella provincia del Sud Sardegna. Rimane stabile il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva, ad oggi 13. Nessuna variazione anche per le persone ricoverate in area medica, attualmente 61. Ancora un incremento invece per i casi di isolamento domiciliare si attestano a quota 2.513.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module