Cagliari. Nuove Generazioni, i volti giovani dell’Italia multietnica

Ricollegata idealmente alla precedente esposizione “Migranti, la sfida dell’incontro”, allestita a Cagliari quasi due anni fa in collaborazione con la Caritas e l’Ufficio Migrantes della CEI, è visitabile gratuitamente fino al 15 marzo allo spazio narrativa alla Mem, la mostra fotografica e video “Nuove generazioni, i volti dell’Italia multietnica”. Tutti i lunedì dalle 9 alle 13, da martedì a sabato dalle 9 alle 20. Promossa dal CPIA 1 Karalis, Centro Provinciale Istruzione degli Adulti, con il Patrocinio di Fondazione Migrantes, Università Cattolica del Sacro Cuore e MIUR edizione Meeting Rimini 2017, “Nuove generazioni, i volti dell’Italia multietnica” presenta un viaggio, con molte sorprese, nell’Italia che cambia, “multietnica”, con una identità “arricchita”. La scuola è il luogo dove il mutamento in corso è più evidente. Sono 815 mila gli studenti stranieri, il 9% del totale, sei su dieci non sono "immigrati", ma nati in Italia, più di un terzo frequenta la scuola primaria. Le "nuove generazioni" non sono riducibili al mondo della scuola: la mostra propone una galleria di personaggi che operano nel mondo del lavoro, delle professioni, dello sport, della musica, dell'arte e allo stesso tempo affronta temi delicati e fortemente sentiti come il nodo della cittadinanza e la questione del terrorismo.

Cagliari capitale della vela oceanica nazionale. Si parte con “Vite da Mare” ospiti i velisti Andrea Fantini e Francesco Cappelletti

Dalla Sardegna sono partiti  grandi navigatori oceanici come Andrea e Gaetano Mura, tanti giovani sono saliti sulla vetta mondiale della vela internazionale ed  olimpica: Marta Maggetti, Carlo Ciabatti, Cesare Barabino, Davide Mulas e tanti altri giovanissimi campioni che si stanno facendo valere nei campi di regata nazionali ed internazionali. Una vela agonistica sarda sempre più forte,  un' isola ed una città come Cagliari sempre più accogliente per gli atleti. La conferma è  la base di Luna Rossa, la presenza di tante squadre e velisti  internazionali che hanno scelto il nostro mare, per gli allenamenti e la preparazione alle più importanti sfide mondiali. Un vero e proprio movimento che può solo crescere. Oltre i campioni, oltre la palestra naturale e la logistica premiate a livello internazionale, in Sardegna, a Cagliari, è presente un tessuto di associazioni che rappresentano la sempre più ricca comunità dei velisti sardi. Una realtà associativa sfociata in un coordinamento di fatto, che ha organizzato l'evento. Certamente non resterà l'unico vista la comune volontà di promuovere la Sardegna e la città di Cagliari, valorizzando le incalcolabili potenzialità della vela. Il primo appuntamento è fissato per venerdì 22 febbraio – dalle 16:00 alle 20:00 nei locali dell' hotel Panorama di Cagliari - quando saliranno sul palco due velisti oceanici: Andrea Fantini (ha partecipato alla Route du Rhum) e Francesco Cappelletti (ha partecipato a una parte del giro del mondo Golden Globe Race), per raccontare le loro storie di mare. Modera Antonello Ciabatti. Un'altra finestra sulle regate oceaniche. Aperta da ben 12 circoli vela che hanno unito le proprie forze per un obiettivo comune. Ecco le associazioni: Amici delle Lupa, Armatori Vela d'Altura Sardegna, Ichnusa Sailing Kermesse, Sezione di Cagliari della Lega Navale Italiana, New Sardiniasail, Sailing Club Cagliari, Scuola Italiana in Vela Siv, Società Canottieri Ichnusa 1891, Windsurfing Club Cagliari, Yacht Club Cagliari e Yacht Club Quartu. Le associazioni hanno sposato e fatto propria l'idea dell'evento lanciata dall'Associazione velica e culturale Vento di Shardana, che punta a far diventare Cagliari la Capitale della vela, il salotto buono della vela oceanica, il luogo in cui ospiti nazionali ed internazionali presentino i loro progetti futuri e raccontino le loro imprese. Una città centro d'interesse internazionale per il mondo della vela, una calamita per i navigatori che la sentano come la loro seconda casa. “Vite da Mare” vuole essere, quindi, il primo tassello di un disegno più grande e un modello di sinergia organizzativa per il futuro. Hanno patrocinato all'evento di venerdì 22 prossimo, l'Assessorato alle Attività produttive e Turismo del Comune di Cagliari, la Federazione Italiana Vela ed il Sistema Portuale del Mare di Sardegna. Tra gli sponsor: ristorante La Pergola Bianca, Pasticceria Nuova, Galleria Progetti, Hotel Panorama Cagliari, San Severino SRL, UCNET.

Rosaria Floris, un inno alla vita

Aveva una voglia di vivere e continuare ad essere presente nella vita della città come poche altre persone che abbiamo conosciuto. Non aveva terminato un progetto che subito pregustava la sua nuova creatura che avrebbe raccontato la vita dei quartieri storici cagliaritani. Con i suoi personaggi che parlano di un passato prossimo che aveva il gusto ingenuo ma mordace del cagliaritano stretto. Maria Rosaria Floris, per tutti Rosaria, faceva parte di quel gruppo di appassionati della storia cittadina che riviveva attraverso i suoi scritti che spesso interpretava come un'attrice provetta anche dagli studi del Tg di Telecostasmeralda. Ma che proponeva ogni settimana anche dalle pagine della Cronaca di Cagliari del quotidiano l'Unione sarda col simpatico titolo de "Sa pappara". Rubrica che - poche come altre - parlava di una Cagliari del tempo che fu, ma che aveva uno strascico temporale che arrivava ai giorni nostri. Si parlava dei Culuinfustus e de "is Cuccurus cottus", abitanti della Marina e di Stampace. Ma anche i Castellani trovavano ampio spazio nei suoi racconti di nobili decaduti e signorotti di un tempo. Ora che Rosaria non c'e' più nella vita terrena ci aspettiamo che lei - fervente cattolica - continui a deliziare con i suoi racconti civettuoli, ma incisivi come calchi, anche coloro che le faranno da uditorio lassù, nel regno dei cieli, conquistato a suon di buone azioni e di devozione verso la Chiesa. Soprattutto quella di Sant'Efisio che chissà quante volte ha accudito e vestito nei giorni della sua festa nel ruolo di consorella. Non era una persona comune: le piaceva informarsi ed essere presente nella vita culturale della città. Ha scritto tanto, ma tanto le rimaneva ancora da scrivere - come diceva sempre. Non trovava tempo, sempre troppo scarso per il fiume irrefrenabile di idee che aveva, proponeva e metteva a frutto. Oltre ai suoi scritti ricordiamo le tante conversazioni nei salotti cittadini i convegni, i dibattiti che la vedevano sempre attenta se non protagonista.Amava la cucina ,sua vera passione. E infatti nei suoi voli pindarici delle novelle che creava -accanto ai protagonisti spesso bizzarri,ma sempre descritti con gran dignità ne approfittava per le sue precise ricette. Riguardavano i piatti tipici cagliaritani. Non mancanta mai "is bombas" ma anche "Sa burrida" e "Is zippulas" non si porianta scaresci. Cugina di tanti Floris che hanno fatto la storia del Capoluogo, Rosaria era però defilata dal mondo tutto feste e "scioru": Si definiva la cugina poberittedda di Mario, capostipite della altolocata famiglia campidanese. Le faceva onore. Povera ma con grande dignità e amore per tutti i figli che la adoravano, corrisposti abbondantemente. Con noi del "Punto sociale" scriveva le sue novelle, quando aveva tempo. Con la redazione di Gheros, una trasmissione che partirà a breve e che si occupa della terza età ha condotto varie interviste che la fanno ancora presente nella vita della sua Sardegna. Ciao Rosaria.. Sei sempre tra noi. Ps: una preghiera per Gianni Onorato: fai continuare in Estate a Marina Piccola il festival della poesia da lei condotto e inventato e dedicaglielo. Era interessante e divertente. Un omaggio alla sua memoria sarà senz'altro gradito alla città e a Lei, anche se non sarà presente. Avrà anche quel giorno il carnet pieno di impegni. la redazione de "Il Punto"

Spettacolo. Ritorna in Sardegna Uto Ughi

Il celebre violinista Uto Ughi, torna in Sardegna dove si esibirà, con il pianista Andrea Bacchetti, in un concerto straordinario organizzato dal Rotary Club - Cagliari Est e Quartu Sant'Elena. L'evento, organizzato in collaborazione con il Cedac, la Fondazione Teatro Lirico di Cagliari e il Banco di Sardegna, è finalizzato alla raccolta di fondi per l'eradicazione della malaria. L'appuntamento è per martedì 12 marzo alle 20,30 al Teatro Lirico. Il concerto sarà caratterizzato dalle musiche di autori come Niccolò Paganini, Gaetano Pugnani, Ludwig van Beethoven, Camille Saint-Saëns, Pablo de Sarasate. I proventi del concerto verranno destinati ad una delle più importanti campagne del Rotary International con l'obiettivo di debellare la paralisi infantile. Un problema molto presente in paesi come il Pakistan e l'Afghanistan. Negli ultimi trent'anni grazie alle azioni d'immunizzazione realizzate in collaborazione con l'Oms e l'Unicef, Cdc (Center of Disease Control, USA), Bill and Melinda Gates Foundation, si è potuta ridurre del 99% l'incidenza della malattia. La prevenzione è infatti la strategia più efficace contro una patologia gravemente invalidante e inguaribile, presente in Sardegna fino al 1956. I biglietti per il concerto sono disponibili presso il Teatro Lirico di Cagliari e presso il BoxOffice.

Cagliari. Erasmus, l’Università di Cagliari abbraccia Luna Rossa

Venerdì 22 febbraio, a partire dalle 9 si svolge a Cagliari il welcome day in onore dei circa cento studenti europei impegnati in ateneo nell’ambito dei percorsi Erasmus+ e Globus. Organizzato dall' Ufficio mobilità internazionale (Ismoka- International students mobility office karalis) dell’Università di Cagliari in collaborazione con le associazioni studentesche Esn (Erasmus student network) e Isawo (Associazione studentesca internazionalizzazione e diffusione cultura e scienza), l’evento coniuga le potenzialità divulgative, didattiche e di ricerca dell’ateneo con una serie di opportunità formative, di comunicazione, inclusione e integrazione. Ovvero, un mix vincente che rafforza la città e le opzioni messe a disposizione dall’Università su profili e tematiche internazionali attuali e di grande impatto. Tra queste, lo sport e la vela dei grandissimi a disposizione di ragazzi e ragazze provenienti per gran parte da Spagna, Germania, Polonia, Romania e Turchia ma anche da Ungheria, Bielorussia, Sud Africa, Marocco, Inghilterra, Georgia, Iran e Colombia. Gli studenti si occupano di scienze mediche, economiche, ingegneria elettronica e meccanica, architettura, comunicazione e leggi. “Possiamo garantire ai nostri ospiti impegnati nel percorso Erasmus+ e Globus, non solo attenzioni specifiche ma anche opzioni modulabili. Qualità della didattica e dei servizi fanno capo a un concetto dell'inclusione che non ha e non avrà mai alcun genere di confine" spiega il prorettore per l’Internazionalizzazione, Alessandra Carucci. Grazie al lavoro concepito e sviluppato dall’ateneo, gli studenti vengono accolti con un programma agile e fresco. La mega festa di benvenuto per i giovani Erasmus+ e Globus che studieranno nell’ateneo del capoluogo, include la visita alle strutture universitarie e il passaggio nella base di Luna Rossa. Al Molo Ichnusa, sede dell’equipaggio che si allena per la prossima Coppa America, gli studenti potranno scoprire gli aspetti meno noti di un team di velisti con pochi eguali. Con Ismoka e Luna Rossa si coglie un sentiero di collaborazione utile anche in prospettiva. Da qui, un Erasmus welcome day che coglie nel segno. Anche nell’esaltare i tesori ambientali e l’offerta culturale della città e i servizi per l’accoglienza messi a disposizione dall’ateneo. Alle 9 gli studenti vengono accolti all’auditorium B del Campus Aresu (ex Clinica medica-via San Giorgio). Alessandra Carucci presenta l’ateneo agli studenti stranieri. A seguire, interventi del presidente Esn Cagliari, Michelangelo Berutti e del presidente Isawo, Laura Deriu. Alle 9.45 si parte a piedi in direzione della base di Luna Rossa al Molo Ichnusa. La visita dura circa un’ora e mezza e viene guidata da docenti dell’ateneo e velisti di Luna Rossa, categorie senior e new generation. L’incontro prevede la conoscenza delle dinamiche di lavoro del gruppo, dall’articolazione di lavoro quotidiana alle metodologie di allenamento utilizzate per arrivare al top della competitività. Il tour nella base, nello specifico, si snoda tra palestra, design room, hangar barca e vele. Di fatto, una preziosa occasione per conoscere una realtà di pregio del made in Italy. Senza scordare quanto la scelta di Cagliari da parte di Luna Rossa abbia rimarcato il ruolo di capitale mediterranea della vela e dell'innovazione tecnologica applicata agli sport nautici. Alle 12.30 saluti e partenza - con gli autobus messi a disposizione dal Ctm - verso il Windsurfing club Cagliari al Poetto. I ragazzi chiudono la full immersion tra formazione, tecnologie e natura con un buffet all’aperto. I tre gruppi di circa trenta studenti ciascuno sono capitanati (gruppo A) dalla professoressa Carucci e da Fabrizio Pilo (direttore Dipartimento ingegneria elettrica ed elettronica). Il gruppo B ha per guide Maurizio Murroni (docente Ingegneria tecnologie per internet), Andrea Loviselli (docente di Scienze mediche) e Alberto Concu (docente di Metodi e didattiche delle attività sportive). Il gruppo C ha per riferimento Alessandro Giua (docente di Ingegneria industriale e dell'informazione) e Massimiliano Piras (docente di Diritto della navigazione).

Cagliari. Cambia il traffico per il Carnevale cagliaritano

In occasione del Carnevale cagliaritano, le vie del Centro e Pirri saranno interessate da modifiche al traffico. Di seguito le principali prescrizioni da osservare a partire da Giovedì Grasso: giovedì 28 febbraio (dalle ore 18 sino alla fine della manifestazione), istituzione di una breve interruzione alla circolazione veicolare durante il passaggio dei cortei nelle seguenti vie e piazze: corso Vittorio Emanuele II, piazza Yenne, via Manno, piazza Costituzione, via Regina Elena, piazza Marghinotti, via San Giovanni, via San Giacomo, piazza San Domenico, via San Domenico, via XXIV Maggio, via Garibaldi, piazza Costituzione, via Regina Margherita, via San Salvatore Da Horta, via Torino, via Principe Amedeo, piazza Dettori, via Barcellona, via Sicilia, via Baylle, via Dettori, largo Carlo Felice, piazza Yenne, via Azuni, via Santa Restituta, via Sant’Efisio, via Azuni, piazza Yenne e corso Vittorio Emanuele II; sabato 2 marzo (dalle ore 18 sino alla fine della manifestazione), istituzione di una breve interruzione alla circolazione veicolare durante il passaggio dei cortei nelle seguenti vie e piazze: ExMé di Pirri, via Santa Maria Goretti, via Argiolas, via Vittorio Amedeo II, via Italia, piazza Italia, via Toti, via Sanna, via santa Maria Goretti e ExMé; domenica 3 marzo (dalle ore 17 sino alla fine della manifestazione), istituzione di una breve interruzione alla circolazione veicolare durante il passaggio dei cortei nelle seguenti vie e piazze: corso Vittorio Emanuele II, piazza Yenne, via Manno, piazza Costituzione, via Garibaldi, via Alghero, via Sonnino, piazza Lippi, via XX Settembre, piazza Amendola, via Roma (lato portici), largo Carlo Felice, piazza Yenne, corso Vittorio Emanuele II; martedì 5 marzo (dalle ore 18 sino alla fine della manifestazione), istituzione di una breve interruzione alla circolazione veicolare durante il passaggio dei cortei nelle seguenti vie e piazze: paizza Giovanni XXIII, via Dante (semicarreggiata destra, direzione piazza Repubblica) piazza Repubblica, via Alghero, via Garibaldi, piazza Costituzione, via Manno, largo Carlo Felice, piazza Yenne, via Santa Margherita, via Del Cammino Nuovo. Nella stessa giornata di Martedì Grasso (5 marzo), nella fascia oraria 18-fine manifestazione, sarà vietato il transito veicolare nella via Dante (semicarreggiata destra con direzione piazza Giovanni XXIII e sino alla piazza Repubblica, compresa la corsia bus), e nella via Alghero (corsia bus). Mentre dalle ore 14 alle ore 24 sarà vietata la sosta su ambo i lati (prevista la rimozione forzata) nella via Santa Margherita (dalla via Azuni sino alla via San Giorgio).

Cagliari. Il nuovo Carnevale cittadino compie 3 anni

Il nuovo Carnevale cagliaritano giunge alla sua terza edizione. Il lavoro svolto dall'Amministrazione Comunale, che ha messo insieme tutte le associazioni, ha dato nuova vita ad un appuntamento che sembrava scomparso dal calendario cittadino, facendolo di nuovo diventare un momento particolarmente atteso dai cagliaritani. Protagonista assoluto dell'evento il ritmo de Is Ratantiras, che tornerà protagonista per le strade della Città a partire da Mercoledì 27 Febbraio. Proseguendo un cammino intrapreso due anni fa ed assumendosi il ruolo di organizzatore di tutte le sfilate in maschera, l'Associazione Sa Ratantira Casteddaia guiderà i gruppi storici delle manifestazioni carnascialesche del Capoluogo Isolano (A.C.S. Senza Confini - Quartiere della Marina, Comitato di Quartiere Villaggio Pescatori - Giorgino, Exmè Domus de Luna - Pirri) nei vari percorsi che toccheranno le diverse strade del Centro Storico e delle Periferie della Città. Il gran finale della lunga serie di appuntamenti, la Domenica della Pentolaccia, sarà invece in mano al Vespa Club Cagliari e al Comitato di Quartiere Villaggio Pescatori. Tutti insieme, coadiuvati dall’Associazione Culturale Tra Parola e Musica - Casa di Suoni e Racconti, saranno anche quest’anno le star della grande festa cittadina del Carnevale e proseguiranno a coinvolgere quanta più gente possibile per farla ritornare ai vecchi splendori. Sei gli appuntamenti: Giovedì 28 Febbraio alle ore 18:00 nel Corso Vittorio Emanuele per incontrare le maschere e i ritmi tipici de Is Ratantiras del Carnevale Cittadino e per percorrere le strade del Centro Storico; Sabato 2 Marzo appuntamento all’Exmè alle ore 18:00 per proseguire poi per le strade di Pirri; Domenica 3 Marzo la sfilata è dedicata ai bambini con partenza alle 17:00 nuovamente dal Corso Vittorio Emanuele; Martedì 5 Marzo si parte da Piazza Giovanni XXIII alle ore 18:00 per la sfilata che si concluderà, tra una zeppola e l’altra, con il rogo del fantoccio di Cancioffali che brucerà in Via Santa Margherita; infine, Domenica 10 Marzo si terrà alle ore 10:30 la Vespiglia in Via Azuni, organizzata dal Vespa Club Cagliari, divertentissima parodia della Sartiglia, e, alle ore 17:00 la festa della Pentolaccia che si terrà presso Villaggio Pescatori, rivolta a tutti, in particolar modo alle famiglie e caratterizzata da giochi di gruppo e dalla tradizionale zeppolata finale. L’Associazione Culturale Tra Parola e Musica - Casa di Suoni e Racconti, con il patrocinio del Comune di Cagliari, anche quest’anno, oltre a svolgere un ruolo di coordinamento dei gruppi storici del Carnevale di Cagliari ha partecipato attivamente con un contributo artistico nella forma di un evento culturale che si terrà Mercoledì 27 Febbraio a partire dalle ore 20:00 presso il Teatro Adriano (Via Sassari 16) che proporrà letture musicate dal vivo aventi come protagoniste le pagine di Francesco Alziator e Sergio Atzeni, dedicate alla tradizione carnevalesca cagliaritana del Novecento, e interpretate per l’occasione dagli attori Franco Siddi e Consuelo Melis con l’accompagnamento musicale del chitarrista Andrea Congia. Nella stessa serata verranno presentati al pubblico alcuni audiovisivi d’epoca facenti parte della collezione del videomaker Sergio Orani, che offriranno uno scorcio del Carnevale Cagliaritano come si presentava nel secolo scorso. Infine, cuore pulsante dell’evento, la presentazione al pubblico del documentario Ceneri, Tamburi e Fuochi voluto e promosso dalla Casa di Suoni e Racconti e dalle Associazioni del Carnevale Cagliaritano, che racconta le persone e gli avvenimenti protagonisti della Rinascita del Carnevale, con lo scopo di raccontare al pubblico i momenti di aggregazione, di preparazione e dell’intero svolgersi del Carnevale, nel quale forze vecchie e nuove si mettono all’opera per superare gli “anni bui” e scrivere una nuova pagina della storia del Carnevale di Cagliari. Il film, diretto da Andrea Congia, è composto da diverse interviste rivolte ai protagonisti del percorso di ricostruzione del Carnevale e girate dai video operatori Raimondo Piras, Davide Manca e Edoardo Matacena (che firma anche il montaggio). Le Associazioni, in linea con gli obiettivi prefissati, intendono promuovere la partecipazione del pubblico alle iniziative presenti e future del Carnevale di Cagliari. Questa edizione rappresenta il terzo step del percorso teso a restituire nuovamente al Capoluogo il proprio Carnevale. L’operazione è stata resa possibile da una ristabilita forte coesione dei gruppi, da equilibri interni sempre più stabili e da mesi di intenso lavoro.

Cagliari. Protocollo d'intesa tra Comune di Cagliari e l' ATS – ASSL

Approvato lo schema di Protocollo d'intesa tra Comune di Cagliari e l' ATS – ASSL Cagliari. L'intesa ha come obiettivo quello di realizzare la progettazione integrata di interventi innovativi a valenza sociosanitaria per l'inclusione sociale e l'organizzazione della presa in carico delle persone in condizioni di fragilità in risposta ai bisogni complessi socio-sanitari. Il provvedimento evidenzia la forte la convergenza tra la ASSL Cagliari e il Comune per dare attuazione ad un piano di lavoro integrato, fondato su una strategia di lavoro, nel sociale e nel sociosanitario, concertato e partecipato. L'impegno delle due Istituzioni, come sottolineato dai rappresentanti delle parti coinvolte, renderà possibile concretizzare una sinergia efficace nel lavoro con e per le persone, per esempio nel contrasto della grave emarginazione, nel realizzare il programma per il Dopo di noi e per la Vita indipendente delle persone con disabilità e di numerose altre iniziative per far crescere l'inclusione sociale nel capoluogo.
Sottoscrivi questo feed RSS

3°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 77%

Wind: 14.48 km/h

  • 03 Jan 2019 13°C 1°C
  • 04 Jan 2019 12°C 1°C