In base alla classifica sulla qualità della vita nelle province italiane, stilata dal quotidiano Il Sole 24 Ore, la Città Metropolitana di Cagliari si piazza al 23° posto.

Un risultato tutto sommato positivo, considerando che le altre aree del Mezzogiorno sono concentrate nella seconda metà della graduatoria.

Il capoluogo di regione, 23°, perde qualche posizione rispetto alla scorsa edizione dell'indagine, quando si era classificato al 18° posto. Nonostante l'ascesa rispetto a quanto registrato in passato, rimangono deludenti i risultati di Oristano e Nuoro, rispettivamente al 65°e al 67°posto in classifica.

Negativa la performance di Sassari, che scende di otto posizioni al 77° posto. Ultima in classifica a provincia del Sud Sardegna, che si posiziona al 93° posto su 107, perdendo sei posizioni.
 
Per la realizzazione della particolare classifica, l'autorevole quotidiano economico ha preso in considerazione novanta indicatori statistici. Tra questi, l'indice dei progetti finanziati dal Pnrr, della solitudine, le farmacie, le famiglie con Isee sotto i 7mila euro, il gender pay gap, consumo di farmaci contro l'obesità, lavoratori domestici e l'aumento delle temperature.
   
Dieci invece gli indici sintetici che aggregano parametri quali la qualità della vita di giovani, bambini e anziani, qualità della vita delle donne, ecosistema urbano, ndice della criminalità, indice di sportività, indice del clima, ICity Rank sulle città digitali, composto da Amministrazioni digitali e Città aperte.