L'iniziativa CagliarinBus riscuote un grande successo.

"Ad oggi, le domande pervenute per sottoscrivere l’abbonamento annuale scontato del 90% CagliarinBus sono state oltre 21.000 - ha affermato il primo cittadino Paolo Truzzu - questa adesione così massiccia, al di là di ogni aspettativa, è un dato che fa onore ai nostri concittadini e di questo siamo felici. Sicuramente l’incentivo di un costo vantaggioso ha fatto la sua parte, ma credo che si possa leggere come un primo passo concreto verso un’idea di città più in linea con i principi di attenzione all’ambiente e alla sostenibilità che stiamo portando avanti e che condividiamo con tante altre città d’Italia e d’Europa. Un grazie sentito a tutti i cittadini e un augurio, affinché ora gli abbonamenti vengano utilizzati il più possibile, prediligendo i mezzi pubblici per gli spostamenti in città e verso la città al posto delle auto. Auspico che lo slogan da noi scelto - Io prendo il bus - possa diventare una reale buona abitudine dei nostri concittadini”.

Il boom di domande arrivate al CTM attraverso l’applicazione Busfinder, ha spinto l’Amministrazione Comunale ad impegnarsi per reperire nuove risorse.

Al momento sono già stati attivati, per i primi sottosctittori, circa 150 abbonamenti e si andrà ad esaurimento risorse per rispondere alle richieste pervenute. Per chi rimarrà fuori, anche perché sarà difficile riuscire ad accontentare tutti, ci sarà la possibilità di restare in graduatoria. Nell’avviso, infatti, sono previsti controlli sull’effettivo utilizzo dell’abbonamento da parte dei clienti. Essendo risorse comunitarie - il bando è stato finanziato con fondi PON Metro 2014-2020 REACT EU - l’Amministrazione Comunale è soggetta a verifiche sulla reale efficacia dell’utilizzo delle risorse. Controlli e monitoraggi verranno quindi effettuati e, qualora venisse accertato il non utilizzo, si perderà il beneficio a favore di chi è ancora in graduatoria.

Le più lette