Mentre la maggioranza di centrodestra si confronta con un'ulteriore defezione, quella di Franco Stara (Udc), che si é dimesso dall'incarico di presidente della seconda commissione del Consiglio Regionale (Lavoro e Cultura), il presidente della Giunta Regionale vola a Roma per incontrare il leader della Lega e ministro delle infrastrutture, Matteo Salvini.

Con lui si é discusso di una roadmap per il riavvio delle grandi opere pubbliche in Sardegna e per la realizzazione delle incompiute ereditate dalle precedenti amministrazioni.

“Con il Governo – ha dichiarato Solinas – abbiamo fissato una serie di tappe programmatiche che sbloccheranno importanti investimenti in vari settori. Si inizia con le dighe, e le novità positive riguardano l’invaso di Cumbidanovu, il cui cantiere è fermo da decenni. Ora il Governo garantisce le risorse per i lavori principali, circa 38 milioni”.

L'incontro con Salvini giunge in un momento particolare, che vede il presidente della Giunta Regionale impegnato per la composizione del nuovo esecutivo. Una nuova squadra di governo che dovrebbe prendere forma a breve termine, non appena verranno formulate le proposte e curricula da parte dei partiti di maggioranza, chiamati a fornire le proprie indicazioni per la nascita del nuovo esecutivo.