Si è conclusa la due giorni dell'hackathon "SmartCity Hack", evento organizzato da TIM all'interno del progetto "Cagliari Digital Lab - Casa delle tecnologie emergenti di Cagliari".

La scelta non è stata semplice, ma alla fine la giuria ha decretato vincitore il progetto "Sanluri Eco Travel" dell’istituto “Padre Colli Vignarelli di Sanluri”.

A confrontarsi, gli oltre 25 studenti dell'Istituto vincitore e dell'Istituto “Giua” di Assemini in una sfida nella realizzazione di progetti dedicati alla mobilità sostenibile. 

In particolare, il progetto è stato premiato per il suo carattere innovativo e per la sua capacità di trovare una soluzione adatta al territorio e inclusiva nei confronti delle diverse fasce della popolazione.

Secondo l'idea degli studenti, infati, il progetto "Sanluri Eco Travel" intende portare beneficio ai residenti del centro urbano di Sanluri e sue zone limitrofe mediante l’attivazione di un regolare servizio di trasporto pubblico, attualmente non disponibile, integrato da un servizio di trasporto a chiamata, che funzioni nelle fasce orarie di maggiore affluenza. Tale servizio dovrebbe garantire i collegamenti dei principali punti di interesse di Sanluri (scuole, luoghi di lavoro, aree commerciali) con alcune zone della città. Il sistema di trasporto, composto da una flotta di navette ibride o elettriche, sarebbe collegato a un’applicazione per smartphone che permetterebbe ai passeggeri di consultare. 

Interessanti anche gli altri progetti, come Poetto EcoMove del Giua di Assemini, che aveva l'obiettivo di migliorare la frequenza dei mezzi per la mobilità turistica e diminuire il traffico cittadino, soprattutto nell’area compresa tra il porto cittadino e il lungomare Poetto, grazie due azioni principali: il potenziamento della flotta del trasporto pubblico della città metropolitana di Cagliari verso il Poetto e la creazione di aree parcheggio aggiuntive a quelle esistenti, nei pressi della zona portuale, che fungessero da punti di interscambio con il trasporto urbano. O la campagna di comunicazione Green School Mobility, sviluppata dagli studenti dell'Istituto Vignarelli di Sanluri, per sensibilizzare la comunità scolastica del proprio istituto superiore sul tema della mobilità sostenibile e i suoi benefici sulla qualità della vita delle persone, grazie all'adozione di soluzioni più “green” per gli spostamenti tra i vari punti della città, come mezzi elettrici quali biciclette e monopattini.

Altro progetto del Guia, Giua Green Moves, aveva l'intento di migliorare la mobilità da e verso la Cittadella Universitaria di Monserrato attraverso un insieme di interventi strutturali (pista ciclopedonle, punti di interscambio tra mezzi di locomozione sostenibili come monopattini e bici elettriche, posizionamento di sensori per il monitoraggio della 554 capaci di orientare l’andamento del traffico attraverso una gestione intelligente delle tempistiche dei semafori) e la realizzazione di un’App per raccogliere tutte le informazioni su percorsi, mezzi sostenibili a disposizione e traffico. 

Interessante anche la proposta Green Biking dell' Istituto “Padre Colli Vignarelli, che proponeva l'introduzione sul territorio di Sanluri di un sistema di noleggio di bici elettriche, gestite dal Comune. Il progetto prevedeva anche lo sviluppo di un’App con la quale acquistare utilizzi singoli o con abbonamento delle bici, monitorare gli spostamenti della flotta e accedere a un programma di premialità per associare ai km percorsi sconti o offerte messe a disposizione da partner del Comune e sponsor locali.

Le più lette