Il primo cittadino, Paolo Truzzu, esternando il proprio dispiacere per l'abbattimento della fauna avicola che popolava il parco di Monte Urpinu, ci tiene a sottolineare che la responsabilità per tale iniziativa - necessaria per ripristinare la sicurezza dell'area - non é in alcun modo attribuibile all'Amministrazione Comunale da lui guidata.

Ribadendo infatti che l'Amministrazione farà di tutto per riaprire il parco, restituendolo ai cagliaritani in totale sicurezza, ha sottolineato che il provvedimento per l'isolamento della zona, é stato emesso a seguito di preciso ordine della Asl che, unitamente all'unità di crisi regionale, assume le decisioni tecniche e operative ritenute necessarie per il ripristino delle condizioni di sicurezza dell'area.     

In questo senso Truzzu attacca chi, sui social, ha attribuito a lui e alla sua amministrazione la responsabilità dell'abbattimento dei volatili, riservandosi la possibilità di ricorrere agli strumenti che la legge mette a disposizione per tutelare la propria immagine e quella dell'Amministrazione Comunale.