Banner Athlon

Chioschi sulle spiagge: il Gruppo di Intervento Giuridico vigila

In evidenza Chioschi sulle spiagge: il Gruppo di Intervento Giuridico vigila
L'associazione ecologista Gruppo di Intervento Giuridico onlus (GriG) concentra l'attenzione sulle dimensioni e il posizionamento di due chioschi localizzati in due spiagge del sud Sardegna. Si tratta della spiaggia di Pinus Village, nel Comune di Pula e quella di San Nicolò a Buggerru. Nel primo caso l'associazione ecologista vuol vederci chiaro sulle dimensioni del chiosco - ristorante che sembrano "sensibilmente aumentate negli ultimi tempi". Da qui l'inoltro di una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione di provvedimenti al riguardo, coinvolgendo il Ministero della Cultura, la Regione Sardegna, il Comune di Pula, il Corpo Forestale, Noe e Capitaneria di Porto di Cagliari. Per quanto riguarda il chiosco per servizi balneari, posizionato sulla spiaggia di San Nicolò a Buggerru, sarebbero in corso degli accertamenti della Guardia Costiera di Portoscuso, del Ministero della Transizione ecologica, delll'assessorato dell'Ambiente sull'effettuazione o meno del procedimento di valutazione di incidenza ambientale, relativo allo spostamento della struttura in ambiente dunale. Un provvedimento reso necessario dal cambio di percorso del fiume Rio Mannu - che normalmente sfocia attraverso la spiaggia - avvenuto nei mesi invernali. Di fatto, il riposizionamento del chiosco in ambiente dunale non sarebbe legittimo e, come fa notare il Grig : “é sempre vietata la sosta e/o l’occupazione, ancorché temporanea, il calpestio delle dune e della relativa vegetazione. Per dune si intendono accumuli sabbiosi situati nell’area retrostante la spiaggia, disposti parallelamente alla linea di costa, di forma irregolare dipendente dalla direzione dei venti dominanti. Nelle dune indicate con appositi segnali è interdetto il transito e l’attraversamento” (art. 3, comma 1°, lettera g, secondo periodo, della determinazione D.G. Enti locali e Finanze della Regione autonoma della Sardegna prot. n. 140149 del 12 maggio 2021)." A maggior supporto dei dubbi dell'associazione ecologista, il fatto che "le spiagge fan parte del demanio marittimo (art. 822 e ss. cod. civ.) e l’area in argomento è tutelata con specifico vincolo paesaggistico, mentre la fascia dei mt. 300 dalla battigia marina e le spiagge e i compendi sabbiosi sono tutelati con specifico vincolo di conservazione integrale. Rientra, inoltre, nel sito di importanza comunitaria – SIC/zona speciale di conservazione - ZSC “Is Compinxius - Campo dunale di Buggerru - Portixeddu”, ai sensi della direttiva n. 92/43/CEE sulla salvaguardia degli habitat naturali e semi-naturali, della fauna e della flora".
Ultima modifica ilSabato, 14 Agosto 2021 17:55
giweather joomla module