“Seeds, old e new works mixed”, è questo il nome della mostra personale di Gianfranco Setzu, ospitata dal 30 giugno al 17 luglio nella sala espositiva della Torretta, presso il Centro comunale d’arte e cultura Exma di via San Lucifero.

L'esposizione sarà aperta al pubblico dalle ore 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.

Attraverso la proposta di diverse tipologie di oggetti –carte, stampe, tessuti- viene presentata in chiave ironica uno spaccato della produzione ventennale del designer: dal 2007 con “Andy”, progetto che omaggiava l’artista ai vent’anni della morte, al 2022 con “Muggine e Passero, carte e vinili ispirati al territorio d’origine.

Nella sala, oggetti nuovi e vecchi vengono accostati in maniera inedita e libera dalla ricerca di un significato a tutti i costi. Infatti, il valore della raccolta risiede nella possibilità di rinnovarla e rielaborarla continuamente.

Il termine “seeds”, ovvero semi, rimanda al mondo agricolo e alla ri-generazione: le immagini possono ispirare visioni sempre inedite.

Innovazione e sperimentazione caratterizzano i tanti lavori creativi del progettista, ad esempio: “Storie morbide. Every cuchion has a story to tell (2018)“, realizzato con al designer Monica Casu per il “Fuori salone” di Milano, e “Mammaroma (2021) in collaborazione con il Lanificio Leo.

Parte integrante del percorso è il non-catalogo, in vendita presso la biglietteria dell’Exma, realizzato appositamente per l’esposizione affinché tutti possano colorare e rielaborare le immagini, diventando parte attiva del progetto.