Si è svolto questa mattina un vertice interassessoriale tra l'assessore regionale del Lavoro, Ada Lai, gli Assessori dell’Industria, Anita Pili, della Difesa dell’Ambiente, Marco Porcu, i sindacati regionali dei chimici, gli RSA di fabbrica, i rappresentanti di Confindustria e dell’azienda Eurallumina.

Al centro il futuro dello stabilimento di Portovesme che, attraverso i suoi rappresentanti, ha ribadito la volontà di riavviare la produzione.

A breve sarà stipulato con il Ministero del Lavoro, il MIMIT e il MASE,  un nuovo Addendum al Protocollo d’Intesa per l’attivazione della cassa integrazione straordinaria - ha dichiarato l'assessore Lai - il nostro obiettivo è quello di mettere in sicurezza il personale fino a quando non sarà riavviata la produzione e di scongiurare i licenziamenti. Proseguono le interlocuzioni con il Ministero del Lavoro e il MIMIT per la proroga degli ammortizzatori sociali. Siamo in attesa di una prossima convocazione, che potrebbe arrivare in settimana. Nel frattempo esamineremo con l’azienda anche altre soluzioni di transizione occupazionale, nelle more dell’accordo definitivo per la messa in sicurezza dei lavoratori.”

“Il superamento del contenzioso legato al DPCM energia è in fase conclusiva - ha invece dichiarato l’assessore dell’Industria, Anita Pili - contiamo di arrivare ad un’intesa con il Governo entro le prossime settimane. Una partita importante che riguarderà la strategicità dell’intero sistema industriale sardo. La Regione con fermezza lavora per garantire un adeguato approvvigionamento del gas necessario al riavvio delle produzione e una giusta perequazione per rafforzare la competitività del sito industriale. Nei prossimi giorni proseguiranno gli incontri con i ministri competenti per finalizzare le questioni, non dimenticandoci la necessità di mettere in sicurezza i lavoratori”.

Anche l'assessorato della Difesa dell’Ambiente ha fatto la sua parte, come sottolineato dall'assessore della Difesa dell’Ambiente, Marco Porcu: "abbiamo mantenuto gli impegni assunti, il risultato portato a casa è importante. Con l’approvazione della delibera regionale sul Paur (Provvedimento autorizzativo unico regionale) richiesto dalla società Eurallumina, si è conclusa positivamente una procedura fondamentale ed indispensabile per il rilancio delle produzioni dell’Eurallumina, onnicomprensiva di tutte le autorizzazioni e i permessi previsti dalla legge. Eventuali criticità saranno approfondite con l’azienda con la quale manteniamo un contatto costante”.