La sclerosi multipla, malattia che colpisce le persone in giovane età, soprattutto le donne, risulta essere molto diffusa in Sardegna.

Tanto che si registrano 370 casi ogni 100mila abitanti, con un'incidenza dei nuovi casi doppia rispetto a quella che si registra nella penisola.

Di questo problema e della maniera di affrontarlo con una gestione multidisciplinare del paziente, si é discusso nel corso del convegno "Update sulla sclerosi multipla".

Organizzato dalla Clinica neurologica dell'Aou di Sassari, diretta dal professor Paolo Solla, il convegno ha riunito gli esperti del settore di tutto il territorio regionale.

In particolare, la sclerosi multipla è una patologia infiammatoria, cronica, caratterizzata dalla degenerazione delle guaine mieliniche del sistema nervoso centrale, il cui andamento è spesso non prevedibile. Generalmente ha un esordio in età giovane adulta, raramente infantile, con limitazioni funzionali spesso importanti.

In Sardegna la Clinica neurologica dell'Aou di Sassari rappresenta un punto di riferimento per almeno 500.000 abitanti e segue oltre 1.500 persone in età adulta affette da questa problematica.