Sfogliare e leggere un libro è diventato possibile per chiunque.

Tutto questo è reso possibile dall’associazione Rp Sardegna Odv, ciechi, ipovedenti e retinopatici. La loro sede è situata in Via Tola 30. L’associazione offre supporto e sostegno alle persone con difficoltà visiva. Molto sostegno viene offerto a chi soffre di retinite pigmentosa, una malattia che una volta era considerata rara, ma che oggi colpisce tanti sardi e purtroppo porta alla cecità.

Da qualche anno, l’associazione ha creato la "biblioteca sulle disabilità", offrendo sostegno principalmente alle persone non vedenti. Infatti, sono presenti non solo i libri tradizionali da lettura, per adulti, ragazzi e bambini, ma anche diversi testi in braille, oltre ad una sala di registrazione per realizzare degli audiolibri. In questo senso i computer sono dotati di sintetizzatore vocale, per permettere a tutte le persone con difficoltà visiva di leggere un buon libro. Inoltre, i Pc prevedono anche la dotazione di tastiere leggibili dagli ipovedenti, con appositi tasti ingranditi.

Da circa due anni poi, l'associazione ha deciso di estendere il proprio raggio di azione a tutte le disabilità, non solo a quelle visive. Ma la biblioteca è per tutti, aperta a tutta la cittadinanza. Chiunque può accedervi gratuitamente. Online sul sito dell’OPAC è disponibile il catalogo di tutti i libri a disposizione. Ancora oggi si sta provvedendo a raccogliere tantissimo materiale, perché bisogna sensibilizzare le persone a conoscere il mondo della disabilità, per tante persone ancora sconosciuto.

Di fatto, sono ancora troppi quelli che non riescono a capire ciò che può apparire diverso. Ma poi, c'é da chiedersi: diverso da chi?

Siamo tutti diversi tra noi,  il mondo è bello perché vario, guai se non fosse altrimenti. Qualcuno lassù ci ha creato come tante anime diverse. Abbiamo tutti diverse abilità. Smettiamola con questi stereotipi da quattro soldi. La società è composta da uomini, donne e bambini, bianchi, rossi, gialli e neri, normodotati e disabili, intelligenti e stronzi.......

Daniele Cardia